US Passenger Lists – Annotazioni


Come abbiamo già visto nel precedente articolo, le liste passeggeri sono ricche di informazioni per le nostre ricerche e potrebbero contenere ancora più dati di quanto crediamo.

Le annotazioni giocano un ruolo fondamentale nel nostro studio. Si tratta di simboli, sigle e numeri inseriti dall’ufficio immigrazione al momento dello sbarco oppure successivamente e riguardano controlli, decisioni sull’ammissione o meno negli Stati Uniti e procedure di naturalizzazione degli immigranti. Iniziamo ad analizzare alcuni casi.

Annotazioni effettuate all’arrivo negli Stati Uniti

X, D (Deteined), S.I. (Special Inquiry), B.S.I. (Board Special Inquiry), Held: quando una di queste sigle è presente nel margine sinistro del foglio l’immigrante è stato trattenuto per ulteriori indagini o per un’udienza speciale.

Una donna e sua figlia sono state trattenute dall’ufficio immigrazione.

In questo esempio vediamo che una donna è stata fermata insieme alla figlia minore. L’ufficio immigrazione non poteva rilasciare una donna sola senza che venisse accertata la sua destinazione e soprattutto in assenza di un marito, un fratello o un padre che la proteggesse e si prendesse cura di lei. Il rilascio si otteneva alla presenza del parente o al ricevimento di un telegramma che reclamasse il suo rilascio. Per conoscere l’esito dell’accertamento, in mancanza della dicitura Admitted o Deported, e per scoprire le cause della detenzione bisogna sfogliare i registri fino alle pagine che descrivono la situazione degli immigrati non ammessi temporaneamente. Questi registri si chiamano: Record of Detained Aliens. Proseguendo con l’esempio vediamo il dettaglio della detenzione della donna e della bambina:

Record of Detained Aliens - dettaglio del foglio di detenzione degli stranieri.

Record of Detained Aliens – dettaglio del foglio di detenzione degli stranieri.

La causa della detenzione è indicata con la frase: to call… Husb Beniamino De Meo (…), ovvero “chiamare marito Beniamino De Meo” prosegue poi con l’indirizzo del marito, il nome dell’ispettore dell’immigrazione, la data e l’ora del rilascio e i pasti consumati durante la detenzione.

USB o USC: rispettivamente U.S. Born e U.S. Citizen, indicano che si trattava di cittadini americani di ritorno da un viaggio all’estero.

Timbro che indica la cittadinanza americana dei due passeggeri.

Timbro che indica la cittadinanza americana dei due passeggeri.

Not Shipped, Did Not Sail, N.O.B (Not on Board): indicano che il passeggero non era a bordo della nave, in molti casi tutto il rigo veniva barrato con un segno ben marcato. I motivi dell’assenza non venivano mai specificati. Era importante evidenziare i passeggeri mancanti perchè la compagnia navale pagava le tasse per ogni immigrante che sbarcava negli Stati Uniti e il fisco ricavava i dati proprio dalle liste passeggeri.

Annotazioni effettuate in seguito allo sbarco

V/L (Verification of Landing): sigla seguita da un numero che indica la presenza di una lettera dimostrante la precedente ammissione dell’immigrato negli USA con residenza permanente. Se un immigrato decideva di partire per l’Europa, senza avere ottenuto la cittadinanza americana, non aveva la certezza di essere nuovamente ammesso nel Paese, quindi si muniva di questa sorta di lasciapassare.

Sigla relativa alla lettera di verificazione di permanenza.

Sigla relativa alla lettera di verificazione di permanenza e timbro di Transito per esenzione dalla tassa.

Transit, Non-Immigrants, Under 16: termini riportati nella colonna Head Tax ed esprimono l’esenzione dalla tassa per le persone in transito dagli USA e diretti verso altre mete (quindi non immigranti) e per i minori di 16 anni.

Numeri nella colonna della Lingua: indicano a quale test di lettura è stato sottoposto il passeggero. La legge sull’immigrazione prevedeva il divieto, per gli analfabeti, di ingresso nel Paese. Il test, in particolare, consisteva nella lettura di un’istruzione nella propria lingua madre, ad esempio “alzati, avvicinati alla porta e torna a sederti”, e l’esecuzione di questa azione da parte del soggetto esaminato. In caso di esito positivo si procedeva con l’ammissione negli US, altrimenti con l’espulsione.

Codice che indica il test di lettura eseguito dal passeggero.

Codice che indica il test di lettura eseguito dal passeggero.

 Numeri nella colonna del Nome: indicano che il passeggero era residente in modo permanente negli Stati Uniti e che stava rientrando da un viaggio all’estero munito di un permesso di rientro.

Numero e data del permesso di rientro per residenti permanenti negli U.S.

Numero e data del permesso di rientro per residenti permanenti negli US

Questi sono alcuni casi di annotazioni che possiamo incontrare nella lettura delle liste passeggeri, si tratta di dati talvolta interessanti e rivelatori di situazioni altrimenti sconosciute.

Fonte: Genealogy.About.comJewishGen.org

Immagini: FamilySearch.org – “New York, New York Passenger and Crew Lists, 1909, 1925-1957.” Index and images. FamilySearch. http://FamilySearch.org : accessed 2014. Citing NARA microfilm publication T715. Washington, D.C.: National Archives and Records Administration, n.d.

Annunci